Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

Romanzo Corale

Condividi 

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 2]

1
NinfaEco
NinfaEco
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
In onore dei vecchi tempi, apro per la Mia Divina questo topic, in cui tutti potremo scrivere un racconto insieme.
Chi posta prima di voi ne scrive un pezzo, voi proseguite a partire da esso e così via.
Non avete limiti di lunghezza.

2
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
 aspetto Mavalà, che abbiamo ancora da finire l'altro!

3
NinfaEco
NinfaEco
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Wenter mi ha rotto i ball  SGHIGNAZZARE 
Proseguiamo qui.

No O.T. femmina indisciplinata



Cadevano foglie intorno a lui, come rimpianti di fine stagione. O forse erano già cadute.
Non c'era immaginazione che potesse dipingergli attorno un paesaggio adatto ai suoi pensieri.
Nella vita raramente le cose sono in armonia .
E quel giorno cupo e greve , era turchino e zeppo di sole. Un fottuto sole fuori luogo
.

4
Candido
Candido
Viandante Storico
Viandante Storico
@NinfaEco ha scritto:Wenter mi ha rotto i ball  SGHIGNAZZARE 
Proseguiamo qui.

No O.T. femmina indisciplinata



Cadevano foglie intorno a lui, come rimpianti di fine stagione. O forse erano già cadute.
Non c'era immaginazione che potesse dipingergli attorno un paesaggio adatto ai suoi pensieri.
Nella vita raramente le cose sono in armonia .
E quel giorno cupo e greve , era turchino e zeppo di sole. Un fottuto sole fuori luogo
.

Accese una sigaretta e si stiracchiò. Era seduto su una panchina di Villa Borghese, vicino a lui querce ombrose segnavano monotone le ore, l'indifferenza del tempo che passava sopra le miserie umane. Non era la solitudine a farlo sentire depresso, ma il peso dei ricordi, lampi di luce che avevano segnato una vita degna di essere vissuta, ora non avvertiva più né traguardi  né situazioni possibili che potessero risvegliare il suo interesse.

5
Hara2
Hara2
Viandante Storico
Viandante Storico
I cumulonembi  estivi cercavano invano di attirare la sua attenzione, l'ombra a lui fece invece pensare alla sua casa in campagna, al caminetto ancora sporco di cenere, ai figli ormai grandi e lontani e soprattutto a lui, riccioli bruni, pelle abbronzata, pene che s'aggrappa, scivola, seme che gocciola, fila e si rapprende.

6
laura18
avatar
Viandante Mitico
Viandante Mitico
Era passato un bel po' di tempo dall'ultima volta che aveva sentito il profumo di una donna, un tocco soffice scorrevole sulla pelle, e il pensiero della sua solitudine era come un macigno.
Seduto su quella panchina all'ombra, chiuse gli occhi e fece un respiro profondo..

7
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
e poi disse : 'basta, mi sono rotto i coglioni', andò al magazzino degli attrezzi antistante la casa, afferrò una zappa e dissodò quattro ettari di vigna senza mai fermarsi, ma il sole era ormai al tramonto e bisognava accendere un fuoco se non voleva mangiare crudi i faggiani che aveva catturato al mattino. Nel buio le scintille dal fuoco si levavano al cielo terso mentre pian piano la brace scendeva e le zanzare cominciavano fameliche a ronzargli intorno. Silenzio; solo il latrato lontano di cani bastardi irretiti dai cinghiali presagiva un altra notte di inseguimenti e chilometri. I fari in lontananza della macchina di pattuglia della forestale indicavano di stare molto attenti e di non usare il fucile e si affidò quindi alla sua infallibile balestra, che con le frecce rinforzate era in grado di perforare a dieci metri una lastra d' acciaio di cinque millimetri.

8
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Poi annusò uno per uno i funghi che aveva trovato nel bosco. "Che profumino questo fungo!" disse ammirando un'amanita falloide, e si mise a cucinrala con la panna...

9
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
...mentre cucinava squillò il telefono. 'Pronto ?' disse, 'Sono la Pazza' rispose una voce dall' altra parte 'Che fai ?'; 'Stavo cucinando degli ottimi funghi che ho colto poco fa' rispose 'Ceni con me 'stasera ?'; e la Pazza 'Volentieri, porto le fave con le cozze'. In un baleno furono a tavola; dopo una breve disputa su quale dei due piatti mangiare per primo la Pazza cedette ai funghi; e fu così che le fave e le cozze avanzarono e sia il cane che il gatto rifiutarono di mangiarle.
Dovette perciò buttarle al cassonetto, ma nel farlo fu multato per non averle gettate nei rifiuti speciali; fu così che la Pazza cucinò il suo ultimo piatto.

10
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Ma com'è che i funghi li mangio solo io? Qui siamo nel genere fantasy: i funghi con la panna non li mangerei mai...  Linguino 

11
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
li mangi pensando che poi mangerai le fave con le cozze; e invece...

12
Pazza_di_Acerra
Pazza_di_Acerra
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Che essere malvagio...  sad sad 

13
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
ah, mi vuoi far mangiare le fave con le cozze e l' essere malvagio sarei io ?

14
luci62
luci62
Viandante Mitico
Viandante Mitico
facciamo fave cozze e funghi con la panna e vediamo come va a finire

15
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
andò a finire che la Pazza, colta da un primordiale istinto di caccia, dopo cena, ingurgitato il diciottesimo grappino, estorse allo iovine il calibro dodici sovrapposto dello iovine e corse come un centometrista nel bosco assetata di sangue di cinghiale; fu un massacro, mi consumò un capitale di cartucce, sembrava che fosse passata una trebbia, ma riempimmo il freezer.

16
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
da quella sera, la Pazza, non fu più la stessa; uccidere era l' unico verbo che gli balenava nella mente, era in paradiso; sapevo che oramai il vaso di Pandora era scoperchiato, ma doveva imparare a dominare i suoi istinti, se non voleva passare guai. Fu così che le imposi una dieta a base di funghi sospetti e un indottrinamento marxista che avrebbero fatto di lei il guerriero per eccellenza.

17
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
la Pazza ancora non sapeva quel che gli sarebbe toccato in sorte. Dopo quindici mesi di duro addestramento e indottrinamento avrebbe compiuto la sua prima missione : assassinare il presidente algerino, farlo sembrare un azione dei suoi accoliti e organizzare un colpo di stato.

18
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
i mussulmani erano delle brutte bestie, non fu facile trovare uno in grado di soppiantare Maometto; ma il talento e il genio della Pazza non si fecero aspettare, di lì a poco avrebbe istituito in Algeria un sistema basato su una dieta di fave e cozze che avrebbe spiazzato anche il più coibentato dei Tuareg.

19
Dudù
Dudù
Viandante Mitico
Viandante Mitico
I tuareg che gentaglia

20
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
e fu così che lo iovine e la pazza si scambiarono gli anelli ed andarono in viaggio di nozze nel Yakutsc; -54°C sotto zero; pura magia; la pazza parlava il russo correntemente, ero a casa; di giorno escursioni, musei, teatri e ristoranti e night la sera.
Ha qualcosa di speciale qui la gente; cordialità, familiarità, genuinità e una forza di sentimenti pari alle temperature in cui vive; so che dovrò tornare.

21
Dudù
Dudù
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@paolo iovine ha scritto:e fu così che lo iovine e la pazza si scambiarono gli anelli ed andarono in viaggio di nozze nel Yakutsc; -54°C sotto zero; pura magia; la pazza parlava il russo correntemente, ero a casa; di giorno escursioni, musei, teatri e ristoranti e night la sera.
Ha qualcosa di speciale qui la gente; cordialità, familiarità, genuinità e una forza di sentimenti pari alle temperature in cui vive; so che dovrò tornare.
Com'è lontana la Russia hissfit

22
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
rientrammo in Italia; la pazza manifestava un senso di inquietudine insolito per lei; un' iperattività cerebrale che non poteva avere applicazione pratica nel vivere quotidiano; per il suo bene dovevo incanalare la sua energia verso qualcosa che non le facesse perdere il controllo della situazione.

23
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
le proposi di fare un figlio; l' idea le piacque; dopo dieci mesi il bebè già camminava autonomo, la pazza era al settimo cielo; dopo un anno e mezzo il bebè cominciava a farfugliare qualche parola; lo vedevo mentre mi osservava rapito guardare mentre preparavo il fuoco della sera; di lì a poco avrebbe avrebbe imparato a temerlo, rispettarlo, farlo e gestirlo.

24
paolo iovine
paolo iovine
Viandante Mitico
Viandante Mitico
si chiamava Rita; era precisa alla madre, da a me aveva preso la forza nelle mani; a quattro anni sapeva leggere una bussola.

25
Dudù
Dudù
Viandante Mitico
Viandante Mitico
@paolo iovine ha scritto:si chiamava Rita; era precisa alla madre, da a me aveva preso la forza nelle mani; a quattro anni sapeva leggere una bussola.
Anche la mia ex si chiama rita

26
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 2]

Vai alla pagina : 1, 2  Seguente

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum