Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La notte delle stelle cadenti

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
RobyM
RobyM
Viandante Storico
Viandante Storico
"E tu, Cielo, dall'alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d'un pianto di stelle lo inondi
quest'atomo opaco del Male!"
(G.Pascoli, 10 agosto)

Molti pensieri, tanta tristezza: il miracolo della natura si avvera, ed io non sono in grado di gioire.
Non ho neanche un caro ricordo, nel quale potermi crogiolare.
Stanotte portero' il volto al cielo aspettando la veloce scia luminosa
formulando nella mente la stessa vana speranza di sempre.
Cerchero', nel buio infinito della notte una stella che, cadendo, riesca a lenire
questo senso di vuoto che da sempre mi appartiene.
Confondero' lo scintillio, con le lacrime che riempiono i miei occhi, pronte a scivolare giu'
verso un cuore dolente.
Neanche in questo miracolo mi e' stata data, la mano nella mia che scalda il cuore.
In questo giorno di lacrime, aspettando le stelle cadenti, ho perso anche me stessa.

2
Blasel
Blasel
Banned
Banned
No, tu questo non me lo dovevi fare... ricordarmi il 10 agosto 'pascoliano', un tormento alle medie, proseguito al ginnasio...

Noi le poesie, lunghe o brevi, cosi come i primi capitoli e passi scelti di poemi, dovevamo impararli a memoria.

Per me era relativamente facile (dicono che abbia ottima memoria) e non nego che e' stato un ottimo sistema e mi spiace che non venga piu' utilizzato, ma l'omicidio del padre di Pascoli, in tutte le salse, era davvero (e resta) un po' troppo.

Edgar Lee Master, vienimi in aiuto e chiama anche Emily (Dickinson)

3
RobyM
RobyM
Viandante Storico
Viandante Storico
Conosci qualche poesia piu' triste che parli della notte di S. Lorenzo? Io, nella mia infinita ignoranza, no.
Ragguagliami tu per favore..

P.S. mai pensato di fare alcun attacco personale, ci mancherebbe..

4
NinfaEco
NinfaEco
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Non ne conosco.
Ma se vuoi ti racconto come ho passato S. Lorenzo l'hanno scorso....
la tristezza di quel giorno supera l'umana immaginazione

5
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@RobyM ha scritto:Conosci qualche poesia piu' triste che parli della notte di S. Lorenzo? Io, nella mia infinita ignoranza, no.
Ragguagliami tu per favore..

P.S. mai pensato di fare alcun attacco personale, ci mancherebbe..

posso aiutare?... va bene questa?


Stella cadente

quella sottile striscia di luce
in cielo
che tu hai notata,
ed ho notato anch'io,
si è sciolta in impalpabili
minuscoli atomi.
Domani tu ne assorbirai uno,
nel tuo respiro
ed io pure
avrò il mio frammento.

In quelle faville,
noi due saremo insieme
uniti
in quella striscia di luce
del cielo.

troppo piccolo?... troppo poco?
Quanto può essere piccolo
il palpito misterioso
d'un universo intero?


Lucio Musto 15 agosto 2008

6
Lucio Musto
Lucio Musto
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
@RobyM ha scritto:Conosci qualche poesia piu' triste che parli della notte di S. Lorenzo? Io, nella mia infinita ignoranza, no.
Ragguagliami tu per favore..

P.S. mai pensato di fare alcun attacco personale, ci mancherebbe..

sennò ci sarebbe la versione "full length", che malinconica mi sembra lo stesso


Oggi, 11 agosto 2008

Insieme, a naso in su,
aspettando le stelle cadere.
E dire «l’ho vista!» pensando
il pensiero di sempre,
stasera addobbato di sete
perché sia come il boccio
del desiderio più nuovo che c’è!

Aspetto, nella trepida quiete
di questa notte d’agosto.
Ed ascolto Chopin, le ballate,
e mazurke, e notturni
intensi, appassionati
come il rapido trillo di un grillo,
che presto si tace.
Bevo birra e ricerco
fra gli stracci sdruciti della mente
un desiderio speranza bello da fare
un piccolo dono cortese
da chiedere adesso,
in complice intesa di quelli
con cui insieme ho promesso
di guardare le stelle stanotte,
per stender le mani e scambiare
sollievo ed amore con tutti.

Non riesco e mi spiace;
lo spirito vizzo non ha
che il ricordo dei giorni di ieri
e i suoi fiori son tutti seccati!
Ed un sogno buono e gentile
da chiedere e offrire agli amici
non vuole davvero spuntare!

E’ ormai l’una e mezza, e la scia
quella grande e dorata
che avete notata anche voi
abbaglia le stelle del cielo
nel rapido guizzo che
veloce viene dall’est.
«Ecco che un’altra è caduta!».
mi scopro a ripetere
con le labbra socchiuse.
E rimango a pensare.



Un piccolo frammento di cielo
stasera ha lasciato per sempre
i suoi compagni di viaggio
vagabondi nell’universo
dall’inizio del tempo.

Ha trasformato sé stesso
in un tripudio di luce dorata,
e in una forma diversa
cercherà il suo nuovo destino
quaggiù sulla Terra, da ora.

Fonderà la sua essenza
di piccola stella vagante
col grande corpo del mondo
spartendola per noi.
Qualche atomo per uno,
indiscriminatamente.

Benvenuta, piccola stella,
nel mio, nel nostro respiro!


Lucio Musto 12 agosto 2008

7
Blasel
Blasel
Banned
Banned
E... adesso devo darti un dispiacere
dovro' parlarti con l'antipatico senso di definitivo....

ti chiesi di aiutarmi a vestire di distanza
e tu - senza volerlo -
distanza gia' m'hai dato

ti lascio dunque
laddove
in fondo e' giusto
che ti lasci

nei night-clubs di tutta la riviera
fra camerieri di chalets, di ristoranti,
fra strana gente
che ti chiede l'indirizzo buono
per il "quarto d'ora"
(non di piu', non c'e' tempo)
tra le francesi dell'hotel a Toledo
le donnine di viale Augusto,
le ragazze della via Cilea

altro per te non c'e'
il tuo mondo ha inizio e fine lì
ed e' quello il tuo modo di mordere la vita...

altro per me non c'e'
il mio mondo ha inizio e fine altrove
ed io non mordo
ma evoco e canto la vita...

torno cosi nella mia controcorrente
...in silenzio...
cosi come
ai primi di questo stesso mese
me ne uscì
quand'ebbi
- rammenti ? -
ventura d'ascoltarti...
quando stelle bugiarde
interrogate
espressero sottile
una promessa
ch'era aprile
senza calore ancora
ma anche senza freddo
e senza nebbia.

io rido a queste stelle
malaccorte
che non sanno
e' fine aprile e
c'e' soltanto freddo.

8
Blasel
Blasel
Banned
Banned
Lo so che non sono le 'Stelle di S.Lorenzo', ma quando mi giunse, inaspettata, questa poesia... cui ne seguirono altre, una parte del mio materialismo, offesa, si ritrasse per non comparire mai piu'.

9
RobyM
RobyM
Viandante Storico
Viandante Storico
Vi ringrazio per il contributo.
Blasel chi e' l'autore?

10
Blasel
Blasel
Banned
Banned
Dopo 8 o 9 lustri di penitenza, in ginocchio sui ceci, come suggeritomi persona "amica" ho deciso di editare

A l t a l e n a

Ora cerchi i miei versi
su cui poggiare rimpianto e nostalgia,
cerchi una mano
nel buio dei tuoi giorni.

Siamo sull'altalena

Ora tu sai
cos'e'
essere saccheggiati dei pensieri
ma non posso liberare
la tua mente da memorie...

So pero' che quando
quest'oggi
avrai piu' avanti trascinato
cambierai
ed il tuo tempo
avra' un'anima nuova.




11
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum