Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La Tragica Storia di Dottor Faust

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
NinfaEco
NinfaEco
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Faustus è uno studioso così avido di conoscenza da non accontentarsi del sapere accademico, della medicina e della teologia, avventuratosi nel campo della magia nera. Faustus non è solo avido di sapere. È anche estremamente ambizioso: vuole arrivare dove nessuno è mai arrivato prima. Così quando diavolo Mefistofele gli appare proponendogli un patto egli accetta nonstante le clausule terrificanti: la conoscenza ed i servizi del servo di Lucifero per ventiquattro anni in cambio della sua sua anima. Egli riesce solo a compiere piccoli atti di bassa levatura. Dapprima fa apparire a sé i sette Vizi capitali, poi si prende gioco della corte di Roma. Nel compito lo aiutano due angeli, uno buono e uno malvagio, simboleggianti i due lati della natura umana. E sebbene l'angelo buono riesca più volte ad insinuare in Faustus il dubbio sulla sua scelta per salvargli l'anima, le minacce di Mefistofele e le apparizioni di Lucifero lo fanno presto desistere dal proposito di rompere il patto, fino alla morte, quando la sua anima viene dannata.

La Tragica Storia di Dottor Faust Rembra10

Questa storia scritta da Christopher Marlowe nel XVI° secolo incanta ancora. Perchè?
Perchè contiene un'ampia gamma di riferimenti a conflitti cruciali per l'esistenza umana.
Il primo tra di essi per me è il dramma dell'ambizione e dell'orgoglio. Faustus è un uomo disposto a vendere tutto per diventare qualcuno. Se vi guardate intorno ne vedrete molti di uomini così, che hanno venduto e venderebbero tutto pur di ottenere qual qualcosa senza cui si sentono incompleti ( fama, carriera, pubblica considerazione, ricchezza, uno status ecc).
Qual'è il confine tra sana ambizione e ambizione distruttiva? Ammesso che riteniate esista un'ambizione distruttiva.
è più corretto che prima quindi vi chieda che rapporto avete con orgoglio e ambizione e che peso ritenete debbano avere nella vita.
A me sono cose che non sono mai piaciute, dovendo imparare mio malgrado che l conseguenze di un atteggiamenmto opposto sono altrettanto devastanti.

Poi questa storia contiene molti altri riferimenti. Quali vi saltano all'occhio?

2
BigBossStigazzi
BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
questa storia della vendita dell'anima è una bella minchiata nel senso che avessi un'anima l'avrei venduta da moltissimo tempo...non avendola, non posso vendere nulla! Sorriso Scemo

3
NinfaEco
NinfaEco
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
KleanaFurbo C'è sempre qualcosa da vendere Capo.... io un paio di idee ce l'ho se vuoi Sorriso Scemo

4
BigBossStigazzi
BigBossStigazzi
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
...sì...il culo, ma non me lo puoi chiamare anima...o sì?? Sorriso Scemo

5
musicante di brema
musicante di brema
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
La storia del dottor Faust non rappresenta la banale ambizione dell'uomo ma la storia di una hybris tanto più deteriore quanto più attributo di un soggetto di scarso valore. Il desiderio del dottore è quello di scoprire e padroneggiare il mondo dell'occulto, dell'oscurità inconsapevole dei propri limiti e del proprio scarso valore. La sua ristrettezza di visione lo porta infatti al commercio con Mefistofele per scopi di nulla importanza. La sua pochezza si rivela nel non aver saputo valutare il rapporto costi-benefici, nell'aver sopravvalutato la propria statura interiore che è mediocre e che lo spinge a sottoutilizzare un patto particolarissimo che avrebbe potuto schiudergli la CONOSCENZA di un universo intero e conferirgli saggezza e dominio sull'invisibile.

Dunque più che una storia di ambizione dannata è emeinentemente una storia di vanagloria, velleitarismo, mancanza di qualità e di statura adeguata. E di una tragica assenza di consapevolezza.

6
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum