Forum di Libera Discussione. Il Luogo di Chi è in Viaggio e di Chi sta Cercando. Attualità, politica, filosofia, psicologia, sentimenti, cultura, cucina, bellezza, satira, svago, nuove amicizie e molto altro

Per scoprire le iniziative in corso nel forum scorri lo scroll


Babel's Land : International Forum in English language Fake Collettivo : nato da un audace esperimento di procreazione virtuale ad uso di tutti gli utenti Gruppo di Lettura - ideato e gestito da Miss. Stanislavskij La Selva Oscura : sezione riservata a chi ha smarrito la retta via virtuale Lo Specchio di Cristallo : una sezione protetta per parlare di te La Taverna dell'Eco: chat libera accessibile agli utenti della Valle

Non sei connesso Connettiti o registrati

 

La Polenta: l'oro dei poveri

Condividi 

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1
ReLear
ReLear
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
La storia della polenta è intimamente connessa con l'evoluzione dell'uomo.
Per davvero eh !Sorriso Scemo

Se ci pensate, l'uomo delle caverne sicuramente dovette alimentarsi con cereali e i reperti testimoniano come fosse usanza comune macinali grossolanamente tra due pietre e cuocere in acqua bollente .

Nell'epoca romana la polenta era chiamata con un nome molto simile al nostro, "pultem". Essa era fatta con un cereale simile al grano, più duro: il farro , che macinato e cotto, dava una polentina molle, che veniva servita con formaggi e carni varie.

Solo con la scoperta delle Americhe e quindi del mais il binomio polenta e mais divenne indissolubile fino ai giorni nostri.

Un'altra ipotesi invece è propensa a ritenere che il mais fosse già arrivato in Europa da Oriente col nome di granoturco per la semplice ragione che i persiani, che lo coltivavano e lo consumavano, vivevano sotto il dominio dei turcomanni.
Ma allora era americano o persiano il mais o granoturco usato la prima volta per la polenta friulana o veneziana, di cui i documenti attestano l'uso a partire dal 1500?
Di certo c'è solo che fu dal XVII secolo che avvenne la grande diffusione del mais in Europa.

La Polenta: l'oro dei poveri Mangiatori+di+polenta


La polenta risolse enormi problemi alimentari di molte popolazioni povere tanto che l'eccessivo ed esclusivo consumo di questo cibo portò in Europa la malattia della pellagra. La polenta non era colpevole ovviamente, ma la miseria che obbligava a mangiare esclusivamente polenta senza integrarla con altri elementi.


Tipicamente la polenta viene servita coperta da uno straccio e posizionata su una tavola circolare e a seconda dello stato con cui è stata cucinata viene offerta ai propri invitati o a fette o con un cucchiaio; la suddivisione della polenta a fette una volta veniva effettuata dal basso verso l'alto per mezzo di un filo di cotone.
Una tipologia di questo squisito piatto culinario è sicuramente la polenta taragna, conosciuta in molte zone semplicemente come taragna. La taragna è un piatto tipico della cucina delle zone delle valli bergamasche e bresciane, della Valtellina e della Camuna.Il nome di tale pietanza deriva dal “tarai” (“tarel”) che era un lungo bastone utilizzato per girare la polenta quando si trovava nel paiolo di rame, pronta per essere preparata.

La Polenta: l'oro dei poveri Polenta

Gli ingredienti base per realizzare la polenta sono rimasti gli stessi ancora oggi: sale, acqua e farina di grano turco depositati in un paiolo di rame (secondo tradizione) e cotti all'interno di esso per circa un'ora. Ma le ricette che la combinano con altri alimenti si sono moltiplicate.


Sorriso Scemo Chi ne ricorda qualcuna?


2
Unachi
Unachi
Viandante Storico
Viandante Storico
@ReLear ha scritto:Una tipologia di questo squisito piatto culinario è sicuramente la polenta taragna, conosciuta in molte zone semplicemente come taragna. La taragna è un piatto tipico della cucina delle zone delle valli bergamasche e bresciane, della Valtellina e della Camuna.Il nome di tale pietanza deriva dal “tarai” (“tarel”) che era un lungo bastone utilizzato per girare la polenta quando si trovava nel paiolo di rame, pronta per essere preparata.



Scusami, non ho ricette per la polenta di mais(che neanche mi piace), però...mannaggia mannaggia.....della Taragna sono una pasionaria....e...caspita...diciamolo che col mais non c'entra NULLA!!! sorriso

3
silena
silena
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem

Di solito la polenta va cosparsa di salsiccia soffritta, certamente ipercalorica. L'ho provata anche con le seppie in umido, un altro matrimonio da sperimentare, per chi eventualmente non l'avesse ancora fatto.

Non so cosa sia la polenta taragna. Non sarà mica la polenta di grano saraceno, che adoro? Anch'essa può essere abbinata allo stesso modo, ma il gusto è speciosissimo!

4
NinfaEco
NinfaEco
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
La Polenta: l'oro dei poveri 2504199820 Non sai cosa sia l Taragnaaaaaa?

Bene, figliola... sei nel posto giusto!

Sorriso Scemo Qualcuno dovrà pur battagliare contro il topic partenopeo no?
Ebbene eccomi qui cool




La polenta taragna è tipica della Valtellina, delle valli bresciane e bergamasche ( sul bresciano è più dura, sulla bergamasca è più molla)
Viene preparata con farine miste di mais e di grano saraceno.
Ad esse a fine cottora si amalgamano facendoli sciogliere, una buona quantità di burro e formaggi semigrassi, come Branzi, Casera o Fontina.... ma nulla vieta lo Zola, anzi.
Si accompagna con i Funghi, con Brasati, Umidi, Salsicce e Puntine di maiale ( arrostite o in umido)... ma anche costine, Cotechino o Boccie.


Taragna Modello Base

Acqua 2 lt
Burro 150 gr
Farina polenta taragna 400 gr
Fontina
Casera
e
Branzi 600 gr
Sale

Mettere in un paiolo di rame l’acqua e portatela ad ebollizione, poi salatela e versatevi la farina a pioggia, mescolando di continuo con un mestolo affinchè non si formino grumi.
Nel frattempo tagliare il burro e il formaggio a pezzetti, poi uniteli alla polenta ormai cotta, abbassando il fuoco al minimo; amalgamare bene gli ingredienti fino al loro completo scioglimento e assorbimento (5-6 minuti).




La Polenta: l'oro dei poveri Polenta_taragna_250x


commosso commosso commosso commosso



5
daniel
daniel
Viandante Affezionato
Viandante Affezionato
rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere ....mi vien che ridere.... La Polenta: l'oro dei poveri 214252 La Polenta: l'oro dei poveri 214252 La Polenta: l'oro dei poveri 214252 Sorriso Scemo :.,.,.,.,: :.,.,.,.,: :.,.,.,.,:


e mi raccomando, fontina valdostana D.O.C.!!!

peccato, perchè la polenta non la preparo più a mano da molto tempo, la fa per me Cooking Chef della Kenwood, sia essa Taragna o 'sparagna' e, le tue istruzioni, sembrano identiche a quelle per preparare il purè (purea) di patate (???) in fiocchi, venduto in busta.

6
Unachi
Unachi
Viandante Storico
Viandante Storico
@daniel ha scritto: rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere rotolarsi dal ridere ....mi vien che ridere.... La Polenta: l'oro dei poveri 214252 La Polenta: l'oro dei poveri 214252 La Polenta: l'oro dei poveri 214252 Sorriso Scemo :.,.,.,.,: :.,.,.,.,: :.,.,.,.,:


e mi raccomando, fontina valdostana D.O.C.!!!

peccato, perchè la polenta non la preparo più a mano da molto tempo, la fa per me Cooking Chef della Kenwood, sia essa Taragna o 'sparagna' e, le tue istruzioni, sembrano identiche a quelle per preparare il purè (purea) di patate (???) in fiocchi, venduto in busta.

Che esageratoooooooooooo, Daniel!!!!!

In fondo in fondo in fondo.....la Valsugana (polenta di mais precotta) è decisamente quattromila volte meglio di alcuni papponi per gallinacci , tutti scogliosi e bitorzoluti, realizzati da quelle "sapienti mani contadine" che si facevano per un'ora i muscoli a furia di combattere col paiolo partendo da acqua e farina cruda!!!!! La Polenta: l'oro dei poveri 214252

Per la Taragna...l'unico problema vero....è che i formaggi che servono per fare quella vera....li trovi solo se fai la spesa quotidiana in Valtellina o Val Camuna. Sì, certo.
Però....anche un'arrangiatina con la fontina...sempre ti avvicina a quella Poesia che....non ha nulla a che vedere col pastone per gallinacci, no? hug tenderly

7
silena
silena
Viandante Ad Honorem
Viandante Ad Honorem
Ieri sera ho finalmente assaporato nuovamente la polenta col brodetto di pesce, in cui erano incluse le “canoce”, un crostaceo che adoro. Da impazzire. Avrei voluto rinunciare al dolce per un’altra portata del genere.

Per la polenta taragna dovrei stare a dieta un mese prima ed uno dopo averla mangiata!
Ho provato a preparare i pinzocheri alla valtellina, il gusto era fantastico, ma credo sia un pasto ormai inadatto al nostro tipo di vita.

8
Contenuto sponsorizzato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum